Mediazione Familiare

 

La M.F. è una procedura alternativa o complementare alla lite e ad altre forme di assistenza terapeutica e sociale, in cui una terza persona, imparziale, qualificata e con una formazione specifica, chiamata mediatore, agisce per incoraggiare e per facilitare la risoluzione di una disputa fra due o più parti.

L'obiettivo principale è la stesura di un accordo di separazione o di divorzio meritevole di tutela legale su:

un progetto di vita per i figli (scelte educative, scolastiche, sportive, ecc.)

modalità di affidamento e frequentazione dei figli

riorganizzazione delle relazioni familiari (eventuali nuovi partners).

comporta un notevole risparmio in termini economici, psicologici e di tempo rispetto ad altre alternative

un percorso di coppia per separarsi in modo alternativo alla lite legale.

dura dagli 8 ai 12 incontri della durata di un'ora ciascuno

un aiuto per recuperare il dialogo interrotto sui figli

un incentivo a ritrovare fiducia e rispetto in se stessi.

Un intervento di Mediazione può anche prevenire una separazione anche se non è il suo obiettivo primario.

 

Il mediatore familiare è un operatore, opportunamente formato, che attua un intervento teso al superamento di tali conflitti.

 

Si propone quale modalità di risoluzione o riorganizzazione del contesto familiare in particolari situazioni di conflittualità (separazioni o divorzi).

 

 


Gli obiettivi della M.F. sono:   

evitare inutili disagi e lacerazioni affettive e psichiche individuare strategie per la soluzione del conflitto
facilitare la comunicazione
fare buon uso del sistema legale